FOTOGRAFIA

Swing, bop & free. Roberto Polillo al Base di Milano con il jazz degli anni '60 per JazzMi.

(Thelonious Monk con la moglie Nellie, Milano, 1964 © Roberto Polillo)

Nell’ambito di JazzMi, al Base di Milano Roberto Polillo mette in mostra il Jazz degli anni ’60 in onore del padre Arrigo, direttore per decenni della rivista Musica Jazz e autore della più famosa storia del jazz scritta nel nostro paese. A commissionargli le immagini era lo stesso padre, organizzatore anche dei più importanti concerti jazz dell’epoca, per il quale Polillo ritrasse i musicisti di passaggio in Italia dal 1962 al 1974. Composta di circa 100 immagini, tratta in parte dall’omonimo libro edito dalla Marco Polillo Editore, la mostra racconta quella che è considerata l’età dell’oro della musica Jazz, il periodo in cui erano ancora attivi sia coloro che avevano codificato il genere, come Louis Armstrong e Duke Ellington, sia coloro che l’avrebbero completamente rivoluzionato e stravolto, come Miles Davis, Charles Mingus e John Coltrane. Autore del testo introduttivo è Francesco Martinelli, Direttore del Centro Studi “Arrigo Polillo”, Sezione Ricerca della Fondazione Siena Jazz.

Scarica Pdf

Mario Ferrari. Reflections

(I pesci volanti di Kashan, Iran, 2014)

Il riflesso come interpretazione del reale e nello stesso tempo come immagine trasfigurata, surreale, che perde i connotati dell’oggettività per diventare altro. È questa la doppia chiave di lettura della mostra "Marco Ferrari. Reflections" che si inaugura in anteprima per l'Italia presso La Casa di Vetro di via Luisa Sanfelice 3 a Milano sabato 10 ottobre 2015 dalle 15.00 alle 19.30 (ingresso libero) nell'ambito di Photofestival 2015 (edizione autunnale). In esposizione fino al 18 ottobre 30 foto tratte dal progetto "Reflections", portato avanti dall'autore in forma di diario ormai da un decennio tra Milano, la città in cui vive, l'Italia e l'estero - New York, Berlino, Parigi, l'India, la Svizzera, l’Iran.

Scarica Pdf

I Grandi Fotografi della Collezione Pirelli. A Palazzo Reale la mostra per i 50 anni del Calendario.

((Sofia Loren fotografata da Inez and Vinoodh, California, Stati Uniti, 2007 © The Cal - Collezione Pirelli))

Dal 21 novembre 2014 al 22 febbraio 2015, Palazzo Reale a Milano ospita la mostra “Forma e Desiderio. The Cal - Collezione Pirelli” che presenta una selezione di circa 200 fotografie tratte dai Calendari Pirelli dalla nascita a oggi. L’esposizione - curata da Walter Guadagnini e Amedeo M. Turello, promossa dal Comune di Milano-Cultura con il patrocinio di Expo e organizzata e prodotta da Palazzo Reale e GAmm Giunti - nasce grazie al fondamentale contributo di Pirelli che, ai fini della selezione espositiva, ha messo a disposizione il suo archivio, con migliaia di fotografie dei più grandi fotografi mondiali.

Scarica Pdf

Il Campionato italiano di Formula 2 nelle immagini di Nicola Ughi

(foto di Nicola Ughi scattata durante la gara del Gran Premio di F2 Italian Trophy dello scorso 30 – 31 agosto sul circuito di Paul Ricard a Le castellet)

La seconda edizione della F2 Italian Trophy (25-26 ottobre 2014) nelle immagini di Nicola Ughi. Fotografo ufficiale della F2 Italian Trophy, Nicola Ughi è un autore toscano pluripremiato, che ha appena aggiunto al suo già ricco e lungo curriculum 7 menzioni d’onore all’edizione 2014 dell’International Photography Awards, tra cui una nella categoria “Sport: Competitive Events”. All’attività sul campo egli affianca quella di ricerca tecnologica: si deve a lui il brevetto fotografico “Twincamera®”, ultima novità nel campo delle riprese panoramiche. Specializzato in fotografia sportiva (equitazione, ciclismo, automobilismo), di reportage, industriale, paesaggio e nel ritratto ambientato, ha al suo attivo un lungo elenco di premi conquistati, libri pubblicati e mostre circolate in Italia e in Europa...

Scarica Pdf

"Gentō-ban", il Giappone dell'Ottocento nelle diapositive della Collezione Perino

(Sulla spiaggia di Utagahana presso il Lago Ch ū zenji. Fotografia all'albumina colorata a mano. Yokohama, Giappone, 1880 ca. Studio di Adolfo Farsari Torii. (c) 2014 Città di Lugano, Museo delle Culture, Collezione Perin)

Prorogata fino al 25 gennaio 2015, «Gentō-ban» partecipa alla Biennale dell’immagine di Chiasso. E un convegno racconta la nascita della fotografia giapponese con la famosa Scuola di Yokohama. Legata alle celebrazioni per il 150º anniversario delle relazioni diplomatiche tra Svizzera e Giappone, la ricca esposizione propone una selezione di cromolitografie d'epoca, 131 diapositive su lastre di vetro (gentō-ban) e una serie di fotografie giapponesi all'albumina in grande formato colorate a mano. Sono inoltre presentate al pubblico, in prestito dal «Musée Suisse de l’Appareil Photographique» di Vevey, uno splendido modello di lanterna magica d'epoca e uno stereoscopio a colonna...

Scarica Pdf

Nicola Ughi à Bruxelles

Mercredi 3 juillet 2013, de 18h à 21h, en avant-première en Belgique, la librairie Piola de Bruxelles inaugure l’exposition «Entre estuaire et pinède – Visages, paysages et mots de la côte Toscane» du photographe italien plusieurs fois récompensé Nicola Ughi. Visitable jusqu’au 1° août 2013, l’exposition se compose de 28 images grand format qui racontent la côte Toscane: un parcours suggestif alternant paysages en couleurs et portraits en noir et blanc de personnages qui animent le littoral de l’une des plus belles régions d’Italie. Réalisé en 2012 à l’occasion des anniversaires des villages de Tirrenia et Marina di Pisa (80 et 140 ans), publié dans un livre édité par ETS, le projet «Entre estuaire et pinède» a été développé par l’auteur en photographiant les mêmes sujets en hiver et en été, pour ensuite les exposer côte à côte. «Quand vous vivez la mer – explique le photographe – les saisons de la nature sont quatre, mais celles de l’âme ne sont que deux: l’hiver et l’été. Le contraste émotionnel est très marqué. Ce ne sont pas seulement les couleurs qui changent, mais toute la façon de concevoir l’existence quotidienne. Un dualisme difficile à expliquer à ceux qui ne le vivent pas personnellement. C’est ce dualisme que j’essaye de communiquer à travers mon travail»...

Scarica Pdf

Franco Bacoccoli. Luci & chiarori nel buio

(Earl's Court, Londra)

A La Casa di Vetro di via Luisa Sanfelice 3 sabato 20 aprile dalle 11.00 alle 20.00 (ingresso libero) si inaugura la mostra in anteprima “Franco Bacoccoli. Luci & Chiarori nel Buio”. In programma fino al 28 aprile, organizzata da EFF&CI – Facciamo Cose e curata da Federica Candela, l’esposizione si compone di 51 foto a colori realizzate esclusivamente di notte. Franco Bacoccoli, giornalista rock, si è avvicinato alla fotografia solo recentemente. Inizialmente fulminato da Helmut Newton, successivamente ha imparato ad apprezzare i soliti sospetti: da Man Ray ad Henri Cartier-Bresson passando per Robert Doisneau, Robert Capa, Mario Giacomelli, Gianni Berengo Gardin, Bert Hardy, Elliott Erwitt, Alfred Stieglitz e Robert Mapplethorpe. Ma non sono i soggetti tipici di questi autori ne il loro stile ad aver ispirato Bacoccoli quando ha deciso di dare libero sfogo alla sua passione e al suo talento. Infatti ad avere avuto uno straordinario potere di attrazione su di lui sono stati i paesaggi urbani notturni ...

Scarica Pdf

Facce da Straniero

(Un’imbarcazione proveniente dalla Libia piena di immigrati al largo di Lampedusa, 2004, fotografia di Francesco Zizola)

Facce da straniero: questo il titolo del progetto culturale nato come esito della ricerca Lo sguardo sull’altro, iniziata nel novembre del 2006 e dedicata al fenomeno dell’immigrazione in Italia e di come esso è stato affrontato dal fotogiornalismo: i risultati mostrano che attualmente la rappresentazione del fenomeno è in buona parte riduttiva e semplificatoria benché esistano fotografi seriamente impegnati su queste questioni. Dallo studio ne nascono una mostra divulgativo-fotografica, presentata in anteprima, che annovera gli scatti di professionisti del calibro di Uliano Lucas, Roby Schirer, Gianni Berengo Gardin e poi di Francesco Zizola, Paolo Verzone, Massimo Berruti, Antonello Nusca, Francesco Cocco. Oltre a questo, un libro - edito da Bruno Mondadori - che propone letture critiche e resoconti sull’argomento in oggetto con un approccio multidisciplinare.

Scarica Pdf

Fårö su Bergman

(Una curiosa immagine di Ingmar Bergman fotografato su un set cinematografico da Bo-Erik Gyberg / Camera Press / Grazia Neri )

Il Comune di Milano - Assessorato alla Cultura rende omaggio a Ingmar Bergman: dal 31 marzo al 22 aprile 2008 in programma una rassegna cinematografica, una serata teatrale, una mostra fotografica, una tavola rotonda, la presentazione di due volumi inediti del grande regista svedese e incontri con le sue attrici predilette - Bibi Andersson e Harriet Andersson. Ideata e curata da Pier Giorgio Carizzoni, organizzata dall'Associazione Culturale Dioniso, la manifestazione si apre al Piccolo Teatro con la serata di inaugurazione a cui partecipa Bibi Andersson.

Scarica Pdf

Jazz Perspectives al Lario Jazz Festival

Esposta a Lurago d'Erba dal 24 giugno al 7 agosto 2005 all'interno del Lario Jazz & Rhythm ’N’ Blues Festival, curata da Alessandro Luigi Perna e Pino Ninfa, uno dei massimi esperti di fotografia jazz e spettacolo nonché uno dei più affermati fotografi italiani, Jazz Perspectives (Prospettive Jazz) è una mostra di ca. 45 immagini in bianco e nero, in gran parte inedite, tratte dagli archivi della PIM, l’Associazione Poesia Immagine e Musica nata nel 2001 con sede a Lucca che riunisce alcuni dei più importanti fotografi di jazz in Italia – Alvaro Peloni, Umberto Germinale, Enrico Stefanelli, Mario Sabbatani e Pietro Bandini, Paolo Lessi e infine lo stesso Ninfa, animatore e coordinatore del gruppo. Da Cecil Taylor a Herbie Hancock, da Petrucciani a Winton Marsalis, da Miles Davis a Keith Jarrett, da Rava e Trovesi a Falzone, dai festival sparsi per l’Italia al tempio milanese della musica Blue Note, l’esposizione mostra sul palco gran parte dei volti più importanti e influenti del jazz contemporaneo che si sono esibiti nel nostro paese negli ultimi anni. E che hanno indirizzato e influenzato con il loro stile la storia più recente della musica afro-americana.

Scarica Pdf