CULTURA

Il "Caos" di Alain Eugène Régnier arriva a Milano

(Nell'immagine un dettaglio del dipinto dal titolo "Sourire")

A La Casa di Vetro, centro culturale di Milano, dal 18 novembre al 2 dicembre 2017, è in esposizione in anteprima italiana la mostra “Caos” di Alain Eugène Régnier, pittore francese con un passato nella pubblicità che ama l’astrattismo, la pittura concettuale, la grafica e il fumetto. I dipinti in mostra, dal piccolo al grandissimo formato, sono tratti in parte dalle sue serie dedicate alla nascita e alla vita, e in parte dalla sua serie dedicata al personaggio, di sua invenzione, del “Grognon”. I primi rappresentano la realtà in uno stato di caos. I secondi, pieni di vitalità ed emozioni umane, la vita dopo il caos.

Scarica Pdf

A Milano la mostra "Moda e Gioielli di Córdoba" con "Oltre il Guadalquivir", 1ª Edizione Milano - FIP Guadalquivir “Córdoba e i suoi Cortili”

(Un gioiello di Ana Martina)

Con “Oltre il Guadalquivir” - 1ª Edizione Milano - FIP Guadalquivir “Córdoba e i suoi Cortili”, approdo milanese della manifestazione spagnola “Festival Internacional de Piano Guadalquivir (FIP Guadalquivir) – Le mille e una Córdobas”, la città di Cordova, celebre per i suoi cortili storici patrimonio dell’Unesco dal 2012, si presenta a Milano con due iniziative: “Moda e Gioielli di Córdoba”, una mostra in cui sono esposte, tra le altre, le creazioni di Elio Berhanyer, stilista di moda tra i più famosi e celebri a livello mondiale, e, in occasione della Festa Nazionale di Spagna, “Córdoba e i suoi Cortili”, un concerto – evento di musica classica spagnola rivisitata con sonorità popolari che guida un percorso sensoriale e conoscitivo attraverso la danza, l’architettura, il design, l’artigianato, l’enogastronomia tipicamente cordovesi. A fare da sfondo una scenografia di forte impatto che ricrea sul palco i tipici cortili di Cordova. Come filo conduttore la musica capace di coinvolgere e creare occasioni di incontro di altissimo livello tra differenti realtà e culture. La città andalusa, seguendo il leitmotiv della manifestazione “Córdoba e i suoi Cortili”, si presenta come elemento innovatore capace di valorizzare Milano secondo la filosofia cordovesa. Fondatrice e direttrice del festival a Cordova e della sua edizione a Milano María Dolores Gaitán Sánchez, pianista di fama internazionale, riconosciuta dalle istituzioni spagnole come una delle più importanti artiste iberiche in Italia.

Scarica Pdf

Jamini Roy. Dalla tradizione alla modernità.La collezione Kumar

(© Museo delle Culture, Lugano-Collezione Kumar )

In anteprima per l'Europa, il 13 giugno 2015 apre al Museo delle Culture di Lugano (MCL) l'esposizione “Jamini Roy. Dalla Tradizione alla Modernità. La Collezione Kumar”. In programma fino al 23 agosto prossimo, la mostra è dedicata all’artista bengalese Jamini Roy, insignito dello State Award of Padma Bhushan dal governo dell’India nel 1955 e considerato dalla critica internazionale il Matisse indiano per i suoi lavori ispirati sia all’arte tradizionale indiana, sia alle avanguardie artistiche contemporanee occidentali. Fonte di provenienza delle opere è la Collezione Kumar che abbraccia l’intera produzione dell’artista, dai primi schizzi giovanili degli anni Venti alle ultime tele della fine degli anni Sessanta.

Scarica Pdf

"Jingju", il teatro cinese nella Collezione Pilone

Sulle rive del lago di Lugano, in anteprima internazionale, si inaugura mercoledì 8 ottobre alle 18.30 al Museo delle Culture (MCL) l’esposizione «Jingju. Il teatro cinese nella Collezione Pilone». In mostra, dal 9 ottobre 2014 al 10 maggio 2015, una selezione di opere d’arte e di oggetti del teatro tradizionale cinese provenienti dall’Opera di Pechino, in cinese Jingju, ovvero il «Dramma della Capitale». Fonte di provenienza dei preziosi manufatti è la Collezione Pilone, una delle più importanti al mondo nel suo genere, riunita nella seconda metà del Novecento dalla sinologa Rosanna Pilone e donata nel 2013 al Museo delle Culture dalla Fondazione «Ada Ceschin e Rosanna Pilone» di Zurigo. Composta di oltre 350 opere, la Collezione è stata oggetto di un lungo e accurato studio condotto dal 2009 dall’équipe del MCL, coadiuvata da numerosi specialisti internazionali, con l’obiettivo di valorizzare e presentare al pubblico la ricchezza dei suoi materiali...

Scarica Pdf

Riflessioni per una Società Trasparente

(Ernesto Guevara (detto il Che), durante un’esclusiva intervista nel suo ufficio all’Havana – foto di René Burri/Magnum/Contrasto)

Professioni Trasparenti, l’associazione ispirata agli studi dei premi Nobel Akerlof, Spence e Stiglitz, in collaborazione con La Casa di Vetro di via Sanfelice 3, il nuovo centro culturale di Milano dedicato al mondo delle donne e delle professioni, inaugura il 7 febbraio gli incontri del 2009 con un convegno dedicato alla trasparenza nelle professioni intellettuali, nella finanza internazionale, nel fotogiornalismo (con una presentazione dell'agenzia Magnum, realizzata dal direttore di Contrasto Roberto Koch con una fotoproiezione) e nelle attività del sociale (con un intervento della Casa della Carità di Milano). Durante l’evento sarà presentato il libro “Misurare l’Immateriale: riflessioni per una società trasparente”, edito da Franco Angeli e curato da Giampaolo Lai e Maria Cristina Koch. Frutto di un lavoro collettivo durato 3 anni approfondisce il concetto di trasparenza conveniente applicato alle attività intellettuali.

Scarica Pdf

Password: dalla parola all' immagine

(opera 1, Strobele - Mateus-Berr - Gadsden – Landen)

“Password” è una stanza virtuale del web dove artisti di diverse discipline, provenienti da tutto il mondo, si incontrano per creare un comune progetto artistico: trasformare i testi di scrittori e poeti in immagini da elaborare collettivamente e da mostrare al pubblico in esposizioni multimediali accompagnate da brani musicali ispirati alle opere realizzate. L'idea, nata da 4 artisti austriaci, ha raccolto l’adesione di scrittori, artisti, creativi e musicisti di tutto il mondo. E adesso il progetto viene presentato il 10 dicembre 2009 al Forum Austriaco di Cultura a Milano con un evento che propone una lettura dei brani scelti, una fotoproiezione, un’improvvisazione musicale e un’esposizione di immagini realizzate appositamente per l’iniziativa (che resteranno esposte fino al 18 dicembre).

Scarica Pdf

A Milano la morte di Anton Webern

(Gert Jonke, brillante narratore, poeta e drammaturgo austriaco)

Igor Stravinsky: “destinato al fallimento totale in un sordo mondo di ignoranza e indifferenza, egli inesorabilmente continuò a intagliare i suoi diamanti, i suoi abbaglianti diamanti, delle cui miniere aveva una conoscenza perfetta”. In occasione del 125° della sua nascita, il Forum Austriaco ricorda a Trieste (in collaborazione con il Civico Museo Teatrale Carlo Schmidl) e a Milano il grande compositore che fu il principale esponente della dodecafonia e ispirò Boulez, Nono e Stockhausen. A celebrarlo il 3 dicembre 2008 nel capoluogo lombardo con una serata musicale e letteraria dal titolo “Un batter d’occhi accecato” è Gert Jonke, brillante narratore, poeta e drammaturgo austriaco, professore presso il Vienna Poetry Academy (sfd) e vincitore nel corso della sua carriera di numerosi premi letterari. Ad accompagnarlo al piano con brani di Alexander Zemlinsky, dello stesso Anton Webern e di Wolfgang Liebhart è Erwin Kropfitsch, direttore artistico del Conservatorio Internazionale di Musica a Feldkirchen in Austria e fondatore dell´Ensemble Wien-Ljubljana nonché solista e interprete conosciuto a livello internazionale.

Scarica Pdf

Il Lavoro e la Bellezza

(Alexander Ferdinand Porsche mentre sta studiando il design della 911 che verrà presentata al Salone di Francoforte del 1963)

A La Casa di Vetro il 2 aprile 2009 una serata tutta dedicata alle professioni e all’arte con l’attrice Laura Curino, l’amministratore delegato di Banca Prossima Marco Morganti, l’attore-autore teatrale e giullare d’impresa Gianni Ferrario (che si esibirà in una performance), la regista teatrale Michela Capato Sartore, il direttore generale di Porsche Italia Loris Casadei, la psicoterapeuta, saggista e scrittrice Ann Bises e infine Arturo Schwarz, storico dell’arte, saggista, poeta, conferenziere. Chiude la serata un aperitivo al ritmo del jazz di New Orleans del gruppo The Black Foot Stomper All Stars.

Scarica Pdf